domenica 23 maggio 2010

Comprare una Washlet in Italia - 2a parte

Dal precedente post, c'è stata un'evoluzione.
Proseguendo con i lavori della casa, la "washlet" si è dimostrata meno follia di quanto pensassi.

Proseguo nel riportare le mie considerazioni che potrebbero essere utili ad altri folli :)

Mi sono fatto una cultura su wc e bidet.
Alla fine dei conti, se stai rifacendo il bagno, il costo complessivo dell'istallazione di un bidet non è molto inferiore a quello di una washlet, anzi...
  • 150-200€ per il bidet
  • 200-250€ di idraulico per il "punto acqua"
  • 100-150€ per il rubinetto
  • almeno 50€ di muratore per fare le traccie per tubi e scarico
Viene fuori il costo "italiano" della washlet (magari non i €1300 della TOTO ;) )


Ovviamente questo vale se state rifacendo il bagno, quindi avete la possibilità di far mettere l'attacco dell'acqua e la presa accanto al WC.

Attenzione però ad una questione non banale: la forma del WC!
Le misure minime del wc per l'installazione della washlet non sono un problema, ma la forma sì!
I modelli di wc che vanno per la maggiore sono squadrati (es. mod. Tesi dell'Ideal Standard) e rischiate di trovarvi con il proverbiale "piolo tondo da cacciare nel foro quadrato" :)


Bisogna scegliere i modelli ovaleggiati.
Per la scelta, idraulici e architetti non vi saranno di nessun aiuto (anzi tenteranno di dissuadervi ;) )
Se riuscite, provate a vedere la washlet appoggiata sul modello di wc che volete comprare, prima di acquistarla.




Alla fine la scelta è caduta sulla USPA 6235 della Newline, su wc Washpoint della Ideal Standard.
Il prezzo che ci ha fatto il rivenditore (Nonsolobagno, di Novara) è €589+IVA(20%). Non un grandissimo sconto rispetto al listino (€620+IVA), ma è stato molto disponibile a fare tutte le prove con il wc che vogliamo installare.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Va bene ma io preferisco alimentare il sogno di farmi un ofuro in casa. Ne ho parlato con il mio idraulico e sembra sia una cosa fattibile anche se in Italia si trovano le vasche da bagno solo con scarico e ingresso acqua.Basta bucare la vasca per creare l'uscita dell'acqua che verra' re-immessa nella vasca riscaldata. Un termostato regola la pompa che interviene quando la temperatura dell'acqua si raffredda. Eh che idea ! Io ci provo a costruirla davvero e con pochi soldi rispetto a quelle che si trovano sul mercato.

anna ha detto...

Allora riesci a realizzare il tuo desiderio??
Peccato che in Italia non ci sia l'abitudine ad usare washlet, chissà se un giorno o l'altro...!
Ho sentito che Maradona lo abbia richiesto in Sud Africa, dritto lui!!!

Salvatore ha detto...

questo post mi è molto utile. ho comprato un anno fa casa a roma ed il bagno è microscopico, misura giappone per capirci. anche io sognavo di comprare una washlet cosa che non mi è riuscita... ho poi optato pe run più banale wc bidet.
ma siccome penso di dover rifare dei lavori in bagno, mi sa che l'anno prossimo grazie a questi consigli mi concedo il lusso...
vedremo.

salvatore

PS ma la manutenzione come va?

Nicus ha detto...

@Salvatore
per la manutenzione non ho ancora avuto esperienza, visto che ce l'ho da 6 mesi.
Comunque l'importatore delle USPA è di Novara e per me è abbastanza comodo.

giangi ha detto...

@Nicus
Ciao Nicus, anche io ho pensato di comprare lo stesso modello di washlet. Ma mia moglie é scettica. Come si trova tua moglie per il lavaggio delle parti "intime"? Lo trova funzionale?
Fammi sapere se hai avuto problemi, perchè non si trova nessun sito che esprima opinioni a riguardo di questo oggetto.

Gianluca

Nicus ha detto...

@giangi
A dire il vero lei non la usa, perché abbiamo bagni separati, non per questione della washlet.

Io per ora non ho avuto problemi.

Me la sono installata io, non fidandomi particolarmente dell'idraulico, ma non è un lavoro particolarmente complesso, una volta che hai l'attacco dell'acqua della misura giusta e la presa elettrica accanto al WC.

Nicus ha detto...

@giangi
Ho dimenticato di dire che lei ha usato la washlet senza problemi, nei viaggi in Giappone.
Semplicemente a casa l'abbiamo installata solo nel bagno senza bidet, che uso io.

Andy ha detto...

Ciao, anch'io sono interessato al tuo stesso acquisto. Rispetto ad una tavoletta normale (spessa) di un buon wc ideal standard, è molto plasticoso il copri water o esteticamente dà sensazione di robustezza?

Grazie!

Andrea

Nicus ha detto...

Ciao Andy,
comunque, anche i modelli più belli non sono fatti per sedercisi sopra da chiusi, se questo è l'obiettivo.

cosimo marsano ha detto...

ciao Nicus, come hai risolto poi il problema del Washlet??
Girovagavo un po su internet e mi è capitato questo blog.
Correggimi se sbaglio ma il Washlet non è altro che un erede dell'originale Closomat, inventato in Svizzera negli anni Cinquanta.
Il vero doccia-wc che non comprende in una semplice tavoletta.
Ovviamente i costi sono tutt'altro che quelli che avete anticipato voi e si trova anche in italia tramite il distributore www.closomatitalia.it
Non so se questo blog è ancora seguito, ma se poi dimmi qualcosa in merito. Grazie Cosimo