domenica 6 febbraio 2011

Un festival del cazzo: Kanamara matsuri

No, non è un'imprecazione...
...e il termine è ormai sdoganato da non scandalizzare ;)
E' la traduzione letterale di Kanamara matsuri (かなまら祭り - lett. "Festival del fallo d'acciaio").
Un festival  shinto legato alla fertilità e al mito della vagina dentata, che si tiene ogni anno a Kawasaki (川崎).

Processione degli altari portatili [foto da Wikipedia]
Ben prima di Freud, una storia tradizionale giapponese raccontava di una bella fanciulla posseduta da un demone.
Il mostro castrava sistematicamente tutti i maschietti che cercavano di conoscerla biblicamente.
Solo un fabbro, costruendo un pene di metallo e utilizzandolo in modo appropriato, riuscì a sconfiggere finalmente il demone.

L'idolo del santuario
In ricordo dell'evento, in epoca Edo fu costruito il santuario di Wakamiya Hanchimangū (若宮八幡宮). Anche noto come Kamanara-jinja (かなまら神社 - lett. "santuario del fallo di metallo").

Ogni anno, la prima domenica di aprile, si tiene il matsuri (festival).
Quest'anno (2011) sarà il 3 aprile.

Secondo il sito ufficiale del matsuri (con la mia traduzione approssimativa), il programma è nipponicamente molto preciso.

  • Il festival si apre alle ore 11.00 con l'accensione del falò
  • Fino alle 11.45 seguono vari rituali propiziatori di fronte all'altare della divinità
  • Subito dopo vengono tirati fuori gli altari portatili (神輿 - mikoshi), tra i quali quello più grande dedicato a Kanamara. Il sito parla anche di un "altare portatile Elizabeth", sono curioso di sapere cosa sia...
  • Tra le 12 e le 12.30 volontari scolpiscono radici di daikon in forma fallica, per offrirle alla divinità
  • Dalle 13 alle 14.30 il climax del festival: la processione dei mikoshi.

La venerazione del fallo gigante deriva più probabilmente dalla fiorente industria dei bordelli, che caratterizzava (e caratterizza) Kawasaki. Legata più alla protezione dalle malattie veneree che alla fertilità.

Lecca-lecca rituali [foto da Wikipedia]
Con il tempo il festival si è trasformato. Pieno di turisti e occasione di commercio caratteristico: dolcetti e gadget di ogni tipo, in forma della divinità.

Mi par di capire che sia diventato anche un momento di festa per la comunità gay della vicina Tokyo.
Senza il senso di colpa culturalmente radicato dal cristianesimo, il tono della festa sembra essere fondamentalmente ironico.
I fondi raccolti vengono oggi devoluti alla ricerca sul HIV.


Dalle numerose foto e video che si trovano in rete sembra divertente. 


Info pratiche
Il Kanamara matsuri si svolge la prima domenica di aprile, presso il santuario Wakamiya Hanchimangū, a Kawasaki, prefettura di Kanagawa. Vicinissimo a Tokyo.
Il santuario è vicino alla stazione di Kawasakidaishi (川崎大師) sulla linea Keikyu-Daishi.
35' dalla stazione centrale di Tokyo, 20' da Shinagawa.

6 commenti:

Nyu ha detto...

Sono senza parole... °_°

Emanuela ha detto...

ahahahah
ne ho già sentito parlare
ma la cosa che mi scandalizza non è la festa ............ ma il fatto che poii giapponesi si scandalizzano anche se solo gli dai un bacio sulla guancia
Non li capisco

Nicus ha detto...

@Emanuela
semplicemente il "senso del pudore" è diverso, non assente.

In ogni caso la coerenza non è di casa in quel Paese, come non lo è nel nostro, quando si entra nel campo del moralismo.
Basti pensare ai film hard dove si fa di tutto, ma il Walter e la Jolanda sono rigorosamente pixelati ;)

l'onorevole carpa ha detto...

I giapponesi, più li conosci e meno li capisci ;)
A me piacciono anche per questo :D

Lilly Baker ha detto...

Non sapevo che in Giappone si svolgono questi audaci attività. Mi sono ricordato quel momento, quando ho riposato nel http://wellcum.at/it/ con le mie amiche. Il posto è elegante, anche la natura intorno!

Jennifer Johnson ha detto...

write my English paper for me